Entriamo in ambito tecnico, parlando di cosa distingue il cambio TCT Alfa a doppia frizione dai diretti concorrenti, come funziona e perché preferirlo.

Cambio TCT è l’acronimo del Twin Clutch Transmission, e sta ad indicare un tipo di cambio con una doppia frizione.

Prima però di spiegarne il funzionamento è bene fare una precisazione: sono solo due i produttori di automobili che progettano e producono autonomamente i propri cambi a doppia frizione, e sono Ferrari ed Alfa Romeo.

Funzionamento

Per capire bene come funziona un cambio a doppia frizione dobbiamo partire dal funzionamento di un cambio convenzionale.

Il cambio è quel dispositivo che permette la trasmissione della coppia dal motore alle ruote. Questo avviene perché la rotazione dell’albero motore viene trasmessa al cambio, che mediante un sistema di ingranaggi gestisce la coppia in uscita.

Questo serve per variare la velocità e contemporaneamente tenere il motore ad un regime di lavoro ottimale, in modo da garantire un miglior rendimento.

Come si fa però a passare da una marcia all’altra?

Ecco che qui entra in gioco la frizione: essa si trova tra il motore e il cambio, e ha il compito di “staccare” il motore e il cambio, disinserendo la coppia motrice in modo da permettere il cambio di marcia.

Cosa succede con i cambi automatici a doppia frizione e perché i costruttori hanno deciso di optare per questa scelta.

Con i cambi a frizione singola, al momento del cambio marcia, si ha un momento in cui la coppia motrice è completamente assente. Questo porta ad una minore fluidità di guida, che ha dei riscontri negativi sia dal lato delle prestazioni, sia da quello del comfort, sia dal punto di vista dei consumi.

AlfaRomeoGiuliettaTCT2012021

Per ovviare a questo problema sono stati introdotti i cambi a doppia frizione. Essi presentano una frizione dedicata esclusivamente alle marce dispari (ad esempio 1-3-5) e una esclusivamente per le marce pari (2-4-6).

Le due frizioni lavorano in maniera sincronizzata: ad esempio quando si ha il passaggio tra prima e seconda, mentre è ancora innestata la prima, viene attivata la frizione “pari” che inserisce la seconda, e solo in un secondo momento la frizione “dispari” disattiva la prima in maniera graduale.

Questo è quello che succede in generale con un cambio a doppia frizione, ma cosa c’è di diverso tra il TCT Alfa Romeo e ad esempio il DSG di casa volkswagen?
  • Il peso: grazie alla scelta di una lega leggera in alluminio, il cambio Alfa TCT pesa 12 Kg in mano del DSG, Da un lato abbiamo gli 81 Kg dell’Alfa TCT, dall’altro i 93 Kg del DSG.
  • L’olio: mentre per il DSG sono necessari 6,5 litri d’olio, per il cambio Alfa TCT sono sufficienti 4,5 litri. Questo va a beneficio sia dei consumi (meno attrito e quindi meno energia dissipata) sia della manutenzione, essendo necessari 2 litri in meno d’olio.
  • La versatilità: se da un lato è possibile utilizzare il DSG solo con motori trasversali a trazione anteriore o integrale, dall’altro lato è possibile utilizzare l’Alfa TCT sia per motori trasversali, sia per motori longitudinali, avendo in più la possibilità di utilizzarlo con la trazione posteriore.
  • L’efficienza: discorso a parte riguardo l’efficienza, in quanto gli inaffidabili valori forniti dalla casa tedesca non permettono un confronto veritiero. Nonostante però i dati falsati da Volkswagen, la Giulietta (1.4 Tbi TCT da 170 Cv) supera comunque la diretta concorrente Golf (1.4 TSI DSG 160 Cv) sia come consumi (circa 1 Km percorso in più per litro di benzina) sia come emissioni (18 grammi di CO2 per Km in più per la Golf).

*I risultati potrebbero essere ancora superiori.

  • Comfort di guida, sportività ed esigenze del guidatore: il campo però nel quale il cambio TCT si dimostra superiore è quello della guida.

Se da un lato il DSG effettua cambi sempre veloci, dall’altro il TCT si regola in base a vari parametri che dipendono sia dal selettore DNA sia dalla pressione dell’acceleratore, ed è quindi in grado di garantire una risposta adeguata in base allo stile di guida.

Se infatti premiamo a fondo, la cambiata è rapida, se invece la pressione è minima la cambiata avviene in modo dolce, prediligendo il comfort nella guida cittadina.

Il cambio TCT di Alfa Romeo permette la scelta e si adatta (i parametri sono controllati 500 volte al secondo), rendendo la guida più emozionante e meno monotona rispetto al DSG Volkswagen.

Potete trovare altri articoli riguardanti la tecnica Alfa Romeo qui.

1 COMMENTO

Lasciami un commento!