Da Alfa Romeo accenni alla nuova Giulietta 2017, basata sul pianale Giorgio accorciato con trazione posteriore e che sarà in vendita nel 2017.

Il futuro di Alfa Romeo sembra luminoso: la sportiva Alfa Romeo Giulia sarà lanciata il prossimo anno, accanto ad un nuovo SUV realizzato da zero – e ora una fonte rilevante della società ha rivelato che la prossima generazione di Giulietta 2017 potrebbe essere a trazione posteriore. Nelle immagini, realizzate da AutoExpress, potete ammirare come potrebbe essere la nuova Giulietta, dotata di un design sportivo fortemente ispirato dalla sorella maggiore, ma con una forma più pratica.

Ad un evento recente organizzato da FCA (Fiat-Chrysler Automobile), il responsabile della progettazione degli esterni dei veicoli, Alberto Dillilo, ha rivelato che la Giulietta 2017 sarà basata su una “versione accorciata della piattaforma della Giulia“. E a chi ha chiesto se ciò potrebbe voler dire che la media del gruppo sarà realizzata con trazione posteriore, Dillilo ha detto: “E’ possibile, tecnicamente“. Comunque, le principali rivali della Giulietta 2017 (Audi A3 e BMW Serie 1) sono anche disponibili con trazione integrale, ed è possibile che le Giulietta top di gamma possano avere questa opzione.

Le rivelazioni non sono una sorpresa, in quanto FCA ha confermato l’intenzione di rendere il pianale “Giorgio” più efficiente possibile dal punto di vista dei costi, realizzando diversi tipi di veicoli sulla medesima piattaforma. Dato il significativo investimento compiuti dai vertici del gruppo in Alfa Romeo, Fiat-Chrysler spera di ripartire i costi con la Giulietta 2017, che contribuirà a differenziare la nuova produzione Alfa Romeo dalle nuove Fiat orientate alla famiglia. Una decisione fondamentale, viste le eccessive similitudini fra Bravo e Giulietta.

Ma, cosa più interessante, la trazione posteriore potrebbe dare alla nuova Giulietta nuovo punto di forza: l’attuale BMW Serie 1 è l’unica berlina familiare a trazione posteriore in vendita in Europa, ma la nuova generazione potrebbe esser basata sulla nuova piattaforma modulare UKL1, con trazione anteriore, che è alla base di vetture come MINI e BMW Serie 2 Active Tourer. In questo modo, la Giulietta 2017 potrebbe essere una compatta premium realmente sportiva, ed un secondo portavoce Alfa Romeo ha riferito che l’attuale generazione di Giulietta ha una piattaforma e un setup delle sospensioni che, teoricamente, ha ancora parecchia vita davanti a sé. Ma per portarla al successo, la Giulietta deve “essere migliore dei rivali, non solo abbastanza buona.

Ovviamente, la trazione posteriore apre alla realizzazione di un modello ad alte performance: non vi sono dettagli ufficiali, al momento, ma il motore della Giulia Quadrifoglio Verde mostra il potenziale di Alfa Romeo rispetto alle vetture tedesche. E c’è buona possibilità che possa esser realizzata una nuova Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde, a trazione posteriore, in grado di competere con la BMW M135i e con la Golf R da 300 cavalli.

Entrando nel dettaglio, potremmo vedere il consueto gruppo di propulsori turbo a benzina e diesel, ma il prezzo per le versioni base potrebbe superare i 25.000 € per via delle complessità meccaniche del posizionare la trasmissione nel posteriore. Ulteriori dettagli saranno sicuramente svelati dopo il lancio della Giulia.

E voi, cosa pensate della nuova Giulietta a trazione posteriore? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto.

Lasciami un commento!