Alfa Romeo

Alfa Romeo: con i nuovi investimenti tutto potrebbe cambiare

Da diverso tempo tutti coloro i quali hanno a cuore le sorti di Alfa Romeo lamentano una sorta di lassismo da parte della dirigenza della casa automobilistica del Biscione e più in generale dei vertici di Fiat Chrysler Automobiles che da tempo sono rimasti in silenzio sulle novità relative al futuro del brand milanese. Adesso però le cose potrebbero decisamente cambiare. Grazie ai 6,2 miliardi di euro ottenuti con la cessione di Magneti Marelli è possibile che già nei prossimi mesi Fiat Chrysler possa iniziare a dare il via alle promesse elencate con il nuovo piano industriale reso noto lo scorso 1 giugno.


Alfa Romeo già nei prossimi mesi potrebbe ricevere importanti notizie per il suo futuro grazie agli investimenti che ora FCA potrà effettuare

Già il prossimo 29 novembre al Lingotto di Torino ci sarà un importante incontro tra i vertici di Fiat Chrysler Automobiles e le maggiori sigle sindacali che da tempo chiedevano un incontro per conoscere nei dettagli quelli che saranno i programmi di FCA per il futuro degli stabilimenti italiani del gruppo. Ovviamente nel corso di quell’incontro non si potrà non parlare del futuro di Alfa Romeo visto e considerato che gran parte delle future novità previste dall’ultimo piano industriale di FCA per quanto concerne gli stabilimenti italiani riguardano future automobili del Biscione.

Nei prossimi anni infatti in Italia verranno realizzati due nuovi suv di Alfa Romeo e due auto Sportive: GTV e 8C. Inoltre sempre entro il 2022 dovrebbe arrivare un rivoluzionario aggiornamento per la Giulietta e un facelift di metà carriera per Stelvio e Giulia. Cassino, Pomigliano, Mirafiori e Grugliasco potrebbero essere gli stabilimenti coinvolti in quella che si preannuncia come un’autentica rivoluzione per Alfa Romeo in Italia. Il tempo stringe e dunque forse già dal 2019 potrebbe partire il nuovo piano che coinvolge il Biscione.

Alfa Romeo: con i nuovi investimenti tutto potrebbe cambiare