Alfa Romeo

Alfa Romeo: Giovanardi lascia la squadra al suo posto Gigi Ferrara

Fabrizio Giovanardi mette immediatamente fine alla sua collaborazione con Mulsanne Racing, la squadra italiana che in questa stagione gestisce due TCR Alfa Romeo Giulietta sviluppate da Romeo Ferraris nel WTCR. L’esperto italiano decide di interrompere il suo rapporto con il team dopo una stagione finora difficile, in cui la squadra non è riuscita a dargli l’auto competitiva che sperava all’inizio del progetto. Romeo Ferraris riporta ha inoltre riportato che Giovanardi viene sostituito da Gigi Ferrara, topper del TCR Italia. Il pilota trentaseienne di Bari affiancherà sia a Suzuka che a Macau Kevin Ceccon, che in precedenza aveva occupato il posto lasciato vacante da Gianni Morbidelli.


Alfa Romeo: il team Mulsanne dovrà fare a meno di Fabrizio Giovanardi che ha deciso di dire addio

“Non è una decisione facile, ovviamente motivata da risultati deludenti”, secondo Giovanardi che è attualmente classificato 23 ° dopo aver segnato solo due volte sul Ring della Slovacchia. “Ho deciso di tornare a correre perché credevo in questo progetto e nella squadra e volevo vincere. Tuttavia, le competizioni in Cina sono diventate il punto di rottura, anche perché i problemi tecnici non potevano essere risolti sul posto. Ciò che rimane è l’orgoglio di aver segnato i primi punti WTCR FIA per la Giulietta.  Ringrazio l’intero team Mulsanne e i suoi membri del team appassionati e inesorabili. Tuttavia, la mia fame di corse non è stata ancora soddisfatta e farò di tutto per trovare un progetto che mi permetta di lottare per le prime posizioni”.

Il sostituto Gigi Ferrara ha brillato in questa stagione nella serie TCR Italia in cui è stato coinvolto nella lotta per il titolo attraverso cinque vittorie e una pole fino all’ultimo momento. Ferrara come detto ritrova Kevin Ceccon come compagno di squadra con cui si è formato all’inizio di questa stagione già nel team di Vallelunga. Per Michela Cerruti, responsabile delle operazioni di Romeo Ferraris, la scelta di Ferrara era ovvia ora che doveva cercare un pilota che conoscesse l’auto. Lo stesso Ferrara vede questo suo ingaggio come un’opportunità per perseguire la continuazione del lavoro svolto per Romeo Ferraris in TCR Italia nelle ultime due stagioni.