Alfa Romeo Sauber

Il sogno di Sergio Marchionne era quello di vedere nuovamente Alfa Romeo in Formula 1. Questo sogno ad inizio 2018 si è realizzato grazie alla partnership messa in piedi con la scuderia elvetica Sauber. Grazie ai nuovi motori Ferrari che il team svizzero ha potuto avere a disposizione in questa stagione i risultati della squadra sono nettamente migliorati rispetto agli ultimi anni. Charles Leclerc ha così potuto spiccare il volo verso Ferrari con cui correrà la prossima stagione. Al suo posto Alfa Romeo Sauber ha pensato bene di ingaggiare l’esperto pilota finlandese Kimi Raikkonen che dopo oltre 100 podi e una vittoria nel mondiale con Ferrari nel 2007 ha deciso di mettere a disposizione tutta la sua esperienza per lanciare definitivamente il team del Biscione ai massimi livelli della Formula 1.

Sergio Marchionne sognava Alfa Romeo protagonista in Formula 1, il team proverà a non deluderlo

Infatti nel futuro di Alfa Romeo l’obiettivo sarà quello di essere sempre più protagonista in Formula 1 con la Sauber che piano piano si trasformerà sempre più nella scuderia del Biscione. Il numero uno del team elvetico Frederic Vasseur si aspetta un ulteriore miglioramento a partire dalla prossima stagione quando la scuderia proverà ad diventare una delle 5 squadre principali del campionato scavalcando a metà classifica alcune delle rivali che quest’anno la precedono. Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi che saranno i piloti del prossimo anno avranno dunque il compito di guidare il team verso risultati importanti.

Sergio Marchionne riteneva assai importante per il Biscione tornare ad essere un brand di punta nel mondo delle corse anche per garantire al marchio un ulteriore miglioramento dell’immagine che rappresenta indubbiamente un aspetto decisivo per poter continuare a crescere nel segmento premium del mercato auto. Marchionne ipotizzava in futuro un team di Alfa Romeo in F1 capace di competere ad armi pari con le scuderie di punta. I suoi predecessori sembrano voler portare avanti questo obiettivo e dunque nei prossimi anni nuovi passi avanti verranno fatti dal Biscione in Formula 1.