Alfa Romeo Sauber: Charles Leclerc ancora più vicino alla Ferrari

Bernie Ecclestone ha applaudito il passaggio di Kimi Raikkonen in Alfa Romeo Sauber

Kimi Raikkonen, 39 anni, ha sorpreso il mondo della F1 firmando con Alfa Romeo Sauber per le prossime due stagioni, dopo essere stato lasciato a piedi da Ferrari per il 2019. Alla domanda se si tratta di una mossa intelligente, l’ex capo di F1 Bernie Ecclestone ha risposto: “Assolutamente.”Penso molto a Kimi”, ha detto al quotidiano economico svizzero Handelszeitung. ” Sono sicuro che nella scuderia svizzera farà molto bene. Mi sono sempre rammaricato che i migliori ingegneri della Mercedes o della Ferrari non andassero quasi mai alla Sauber, anche se la loro infrastruttura è eccezionale, è ovviamente molto difficile convincere la gente dall’Italia o dall’Inghilterra a recarsi in Svizzera”. Per Bernie Ecclestone l’ingaggio di Raikkonen, e il sostegno di Alfa Romeo, rappresentano indubbiamente buone notizie per la Sauber.


Il ritorno di Kimi Raikkonen in Alfa Romeo Sauber convince Bernie Ecclestone

“Assolutamente. Sauber è ora la Ferrari,” ha affermato Bernie Ecclestone. “Con Kimi la connessione si rafforza di più e Sauber ne trarrà vantaggio in squadra”. L’87 enne ha dichiarato che spera che una Sauber più forte aiuti anche la Ferrari, perché la Mercedes è troppo superiore in questo momento in F1. “La Mercedes sta facendo un ottimo lavoro”, ha dichiarato Ecclestone. “Ma fa male agli affari quando la tensione si spegne perché qualcuno sta dominando. “È per questo che mi rammarico che la Ferrari vinca il campionato così raramente, non possiamo dimenticare che anche la Formula 1 è il business dell’intrattenimento, e se non intrattiene, è male.”

“Lo abbiamo visto quando i numeri TV sono diminuiti.” Ma Ecclestone pensa che persino un radicale cambiamento delle regole non fermerà la Mercedes. “Scommetterei ancora su Mercedes”, ha detto. “Perché hanno così tanti soldi a disposizione che saranno sempre al top. “La Ferrari è un’azienda italiana, il che significa che sono sempre sorprendenti e persistono tra le strategie: la Mercedes è molto tedesca, quindi sono chiaramente allineati e ottimizzati”.

Bernie Ecclestone

Bernie Ecclestone