F1, GP Cina, Raikkonen:
F1, GP Cina, Raikkonen: "Peccato per il calo di grip"

Per la terza volta consecutiva Kimi Raikkonen ha chiuso in zona punti, più precisamente al nono posto. Ha concluso il Gran Premio dietro Perez, ma davanti ad Albon (rookie in Toro Rosso), e con questo piazzamento ha confermato l’Alfa Romeo Racing come quarta forza del mondiale.

Al momento, l’Alfa Romeo è a pari punti con la Renault a 12 punti e la combattività di Kimi Raikkonen sembra essere tornata quella di quando lottava in Lotus. Nel valzer del pit stop, addirittura, Iceman è arrivato a sfiorare il quinto posto, ma un calo del grip (aderenza) ha condizionato il risultato, facendolo scivolare in nona posizione.

Le parole di Kimi Raikkonen

Nell’intervista nel post gara, Kimi Raikkonen ha confermato che: “La macchina andava abbastanza bene oggi, e anche se siamo partiti dietro siamo riusciti a portare a casa un po’ di punti. Alla fine ho accusato un calo di aderenza alle gomme anteriori a causa di un calo di temperatura ed è un peccato perché ho dovuto rallentare. Dobbiamo continuare su questa strada, migliorarci e vedere cosa saremo in grado di fare a Baku”.

E per la terza volta consecutiva bisogna segnalare che Giovinazzi a causa di numerosi inconvenienti non è riuscito a piazzare l’auto in top ten. Il pilota italiano ha commentato così il suo fine settimana: “È stato un fine settimana difficile. Abbiamo iniziato la gara dal fondo della griglia e abbiamo optato per una strategia diversa per cercare di guadagnare posizioni. Alla fine non ha funzionato e ora non vedo l’ora di ricominciare dal prossimo GP in Azerbaigian. Ho dei bei ricordi da Baku e sarà divertente correre di nuovo lì. Vedremo cosa riusciremo a fare”.

Queste sono le premesse in vista del prossimo GP che si terrà tra 14 giorni.