Ferrari: Kubica ammette trattative in corso

Ferrari: Kubica ammette trattative in corso

Robert Kubica ha ammesso che sono in corso trattative con la Ferrari per un ruolo di sviluppo con la Scuderia per il 2019. Il 33enne non ha perso ogni speranza di assicurarsi una guida a tempo pieno con la Williams la prossima stagione, ma il polacco sta anche cercando opportunità al di fuori della squadra di Grove. Williams non ha fatto mistero sul fatto che il secondo posto della squadra al fianco del rookie George Russell dovrà essere pagato, un requisito che Kubica potrebbe non essere in grado di soddisfare, almeno non del tutto. “Sarebbe bello poter correre l’anno prossimo, ma il ritorno dovrebbe essere giusto”, ha detto Kubica a Motor Motor und Sport. “Non voglio forzare nulla, dovrebbe essere la ricompensa per un lungo viaggio, deve riguardare l’ambiente e le persone con cui lavoro.”


Robert Kubica ha ammesso che sono in corso trattative con la Ferrari per un ruolo di sviluppo con la Scuderia per il 2019

“Non è un segreto che  Williams stia cercando dei partner per riempire il posto lasciato vuoto da Lance Stroll, dipende da quello che chiedono al secondo pilota”, ha detto. “Posso solo aiutarli se hanno lo stesso mio obiettivo, ma devono accettare ciò che posso offrire loro”. Kubica ha detto che non aspetterà per sempre e si aspetta chiarezza da Williams nelle prossime settimane. Un’alternativa alla Williams che potrebbe interessare l’ex-vincitore di un GP è un ruolo di sviluppo con la Ferrari, con la squadra italiana che cerca di sostituire Daniil Kvyat, come responsabile del lavoro di simulazione a Maranello.

Un posto alla Scuderia, anche passivo, attirerebbe ancora Kubica che ha rivelato all’inizio di quest’anno che era stato ad un passo dal passaggio dalla Renault alla Ferrari per il 2012, un sogno infranto a causa del suo incidente di rally del 2011. “Ci sono conversazioni”, ha ammesso. “Se c’è la possibilità di indossare tute rosse anche per un breve test, allora per me uno dei più grandi sogni della mia vita diventa realtà. “Ci sono stato vicino una volta, ma non sono arrivato a causa del mio incidente, non sto dicendo che stia succedendo, ma se c’è una possibilità, ci penserò”, ha detto Kubica.