Ferrari

Cambio al vertice in casa Ferrari. E’ ufficiale la notizia che Maurizio Arrivabene ha detto addio al cavallino rampante. Al suo posto arriva l’ex direttore tecnico Mattia Binotto.  La società italiana ha confermato l’indiscrezione pubblicata ieri dalla Gazzetta dello Sport con un comunicato ufficiale. Arrivabene era stato nominato boss della squadra dal presidente Fiat Chrysler Sergio Marchionne, scomparso l’anno scorso. La Ferrari ha ringraziato Arrivabene per “quattro anni di instancabile dedizione”.

E’ ufficiale: Ferrari e Maurizio Arrivabene si separano, al suo posto Mattia Binotto

Arrivabene aveva preso il suo posto nel novembre 2014. Binotto è diventato direttore tecnico a luglio 2016. Secondo le informazioni della Ferrari, la decisione è stata presa dopo lunghe discussioni. Dopo la deludente stagione della Ferrari e il nuovo titolo mondiale mancato, si era parlato molto delle notevoli divergenze tra Maurizio Arrivabene e Mattia Binotto.  Il 2019 dunque sarà un anno di grandi rivoluzione nella scuderia del cavallino rampante. Oltre all’addio di Arrivabene infatti anche il pilota finlandese Kimi Raikkonen ha salutato la squadra. Al suo posto è stato ingaggiato il giovane monegasco Charles Leclerc. L’obiettivo ancora una volta sarà quello di superare la Mercedes di Lewis Hamilton. Vedremo dunque se questa volta il team di Maranello riuscirà nell’impresa.