Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Nei prossimi anni il gruppo Fiat Chrysler potrebbe allontanare sempre di più i propri interessi dall’Europa per concentrarsi sul più redditizio mercato nord americano. Le ultime indiscrezioni dicono che un simile panorama sembra essere sempre più probabile per il gruppo guidato dal numero uno Mike Manley. Secondo Giuseppe Berta, docente dell’Università Bocconi di Milano, il futuro di FCA è già definito. Lo studioso ritiene che già nei prossimi anni a causa della mancanza di redditività delle attività che FCA ha in Europa, il gruppo potrebbe spostare le sue attenzioni altrove.

Questo potrebbe anche causare la cessione di qualche marchio come ad esempio il brand Fiat. Infatti la gamma della casa automobilistica italiana è ormai ridotta all’osso e dunque diventa difficile in questa maniera poter fare utili. Ecco che dunque Fiat Chrysler potrebbe decidere di sbarazzarsi del marchio cedendolo a qualche gruppo asiatico che magari può avere interesse a farsi largo in Europa. Dunque secondo Giuseppe Berta in futuro FCA potrebbe concentrarsi solo su Jeep e RAM, tralasciando tutto il resto. In Europa le uniche attività che potrebbero venire confermate riguardano Alfa Romeo e Maserati che però avranno un ruolo sempre più marginale. Si tratta ovviamente di semplici ipotesi fatte da un esperto che però avvisa che già nel 2019 si potrebbe iniziare a capire se la strategia di Fiat Chrysler è davvero questa.