Pietro Gorlier Fiat Chrysler

Fiat Chrysler nomina il veterano Gorlier come nuovo capo dell’Europa

Il nuovo CEO di Fiat Chrysler Automobiles, Mike Manley ha annunciato quest’oggi importanti cambiamenti di gestione per quanto riguarda la sua società. Si tratta della prima importante operazione effettuata dal manager inglese a due mesi dal suo insediamento a nuovo amministratore delegato di FCA dopo la morte inaspettata del CEO di lunga data Sergio Marchionne. Mike Manley ha confermato nelle scorse ore che il capo del marchio Alfa Romeo, Tim Kuniskis, lo sostituirà a capo di Jeep, ma solo per quanto riguarda il Nord America. Mentre Reid Bigland diventerà il nuovo capo del marchio Ram.


Pietro Gorlier è il nuovo responsabile di Fiat Chrysler in Europa, lo ha nominato Mike Manley nelle scorse ore

In Europa, il Chief Technology Officer Harald Wester si assume la responsabilità del marchio premium Maserati, mentre Pietro Gorlier è ora responsabile per l’Europa, in sostituzione di Alfredo Altavilla, che si è dimesso dopo che Manley ha ottenuto la nomina a CEO di Fiat Chrysler. Ermanno Ferrari è stato nominato amministratore delegato di Magneti Marelli, che dovrebbe essere presto ceduta o scorporata da FCA. Manley ha anche detto che la nuova struttura di gestione contribuirà a garantire il raggiungimento degli obiettivi quinquennali stabiliti a giugno. La nomina di Gorlier è molto importante per Alfa Romeo in quanto il dirigente si occuperà della gestione dei brand di FCA in Europa ed in particolare in Italia.

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler

Harald Wester torna ad essere numero uno di Maserati, Tim Kuniskis confermato CEO di Alfa Romeo

Gorlier infatti avrà il compito di guidare la trasformazione degli impianti italiani di Fiat Chrysler che in futuro produrranno solo auto di Alfa Romeo, Jeep e Maserati. Per la casa automobilistica del tridente assistiamo al gradito ritorno di una vecchia conoscenza. Ci riferiamo ad Harald Wester ex CEO di Alfa Romeo e Maserati che torna nelle vesti di numero uno del Tridente in sostituzione di Tim Kuniskis che diventa responsabile di Jeep in Nord America ma resta anche numero uno di Alfa Romeo.