Home Ferrari Mattia Binotto: “Gli aggiornamenti sono insufficienti”

Mattia Binotto: “Gli aggiornamenti sono insufficienti”

Mattia Binotto:
Mattia Binotto: "I nostri aggiornamenti sono stati insufficienti"

Strategia del team a parte, gli aggiornamenti aerodinamici introdotti a Baku e il motore di nuova specifica portato a Barcellona hanno fatto poca differenza. In effetti, la squadra di Maranello sembra aver perso terreno. Sebbene siano veloci sui rettilinei, come si vede negli intertempi per tutto il weekend, è soprattutto in curva che la SF90 sta perdendo terreno. “Questa era un’altra gara che si è conclusa ben al di sotto delle nostre aspettative“, ha ammesso il capo squadra Mattia Binotto. “È stato un peccato per la partenza, perché Sebastian è partito davvero bene, ma poi ha bloccato le ruote e perso alcuni posti. Gli aggiornamenti che abbiamo portato qui, sia sul fronte aerodinamico che sul motore, hanno funzionato bene e siamo più che contenti di loro“, ha continuato, “ma si sono rivelati insufficienti”.

Il futuro della Ferrari. Le parole di Mattia Binotto

Ora dobbiamo analizzare e pensare a cosa non ha funzionato, e quando si arriva a questo, da oggi non penso che abbiamo una risposta precisa“, ha ammesso.

Penso che il potenziale e la velocità in rettilineo siano abbastanza buoni, ma certamente abbiamo alcuni punti deboli sulla vettura che sono stati evidenziati questo fine settimana. Sta a noi cercare di capire, lavorare, valutare e migliorare nel futuro. Sappiamo che abbiamo molto da fare e che dobbiamo migliorare, è stato chiarito questo fine settimana, ma non ci stiamo perdendo d’animo, l’umore nel team è ancora buono e c’è un forte desiderio di fare meglio, quindi ora abbiamo per rispondere con le nostre azioni, la stagione è ancora lunga e non ci arrenderemo mai, questo è il nostro approccio“.

Quando gli è stato chiesto se poteva spiegare perché l’SF90 sta perdendo nelle curve, ha ammesso: “In questo momento stiamo perdendo molto in ogni curva, non solo nell’ultimo settore. In ogni curva siamo lenti con un bel po’ di sottosterzo. Non è solo il carico aerodinamico“, ha aggiunto, “abbiamo visto qualcosa nei dati che dobbiamo analizzare e capire, quindi penso che una conclusione anticipata oggi sarebbe una conclusione sbagliata.

Abbiamo bisogno di una soluzione su questo, ma abbiamo bisogno di un’analisi adeguata e cerchiamo di capire la questione dell’equilibrio, la questione del carico aerodinamico e forse anche i concetti di pneumatici. Penso che non abbiamo la risposta e non vorrei attraversarla ancora.”

Alla domanda, se in uno scenario pessimista, la monoposto SF90 sia completamente sbagliata, e se così fosse sarebbe un disastro per la Ferrari, Mattia Binotto ha detto: “Non penso che sia un disastro per il momento che tu sia migliorando come una squadra. Come dico spesso, siamo una squadra giovane, siamo in una fase di apprendimento. Penso che in termini di processo e metodologia ci sia ancora molto da imparare e sono abbastanza felice quando il team sta migliorando, se si tratta di un concept design, ovviamente dipende da cosa è, ma penso che ci siano cose che puoi affrontare entro una stagione“.